Metodo di stampa e apparecchiature di stampa

novembre 07, 2022
Invia la tua richiesta

Metodi di stampa


    Tecnologicamente, esistono diversi metodi di stampa, come la stampa diretta, la stampa a scarica e la stampa resistiva.


    Nella stampa diretta, è necessario prima preparare la pasta da stampa. Le paste, come la pasta di alginato o la pasta di amido, devono essere miscelate nella proporzione richiesta con i coloranti e gli altri prodotti chimici necessari come agenti bagnanti e fissanti. Questi vengono poi stampati su tela bianca in base ai disegni desiderati. Per i tessuti sintetici, la pasta da stampa potrebbe essere realizzata con pigmenti anziché coloranti, quindi la pasta da stampa comprenderebbe pigmenti, adesivi, pasta emulsione e altri prodotti chimici necessari. 


    Nella stampa a scarica, il tessuto di base deve essere prima tinto con il colore di base desiderato, quindi il colore di base viene scaricato o sbiancato in diverse aree stampandolo con la pasta di scarico per lasciare i disegni desiderati. La pasta di scarico è solitamente preparata con un agente riducente come sodio sulfossilato-formaldeide.


    Nella stampa di resist. le sostanze che resistono alla tintura devono essere prima applicate sul telo di fondo, quindi il telo viene tinto. Dopo che il tessuto è stato tinto, il resist verrà rimosso e i disegni appariranno nelle aree in cui è stato stampato il resist.


    Esistono anche altri tipi di stampa, ad esempio la stampa sublistatica e la stampa floccata. Nell'angolo, il disegno viene prima stampato su carta e poi la carta con i disegni viene premuta contro il tessuto o capi come le magliette. Quando viene applicato il calore, i disegni vengono trasferiti sul tessuto o sull'indumento. In quest'ultimo, i materiali fibrosi corti vengono stampati in motivi su tessuti con l'aiuto di adesivi. Il floccaggio elettrostatico è comunemente usato.



Attrezzature per la stampa


   La stampa può essere eseguita mediante stampa a rulli, serigrafia o, più recentemente, apparecchiature di stampa a getto d'inchiostro.


  1. 1. Stampa a rulli

   

    Una macchina da stampa a rulli comprende tipicamente un grande cilindro di pressione centrale (o chiamato ciotola a pressione) ricoperto di gomma o più strati di tessuto misto lana-lino che forniscono al cilindro una superficie liscia ed elastica alla compressione. Attorno al cilindro di pressione sono posti diversi rulli di rame incisi con i disegni da stampare, un rullo per ogni colore, a contatto con il cilindro di pressione. Mentre ruotano, ciascun rullo di stampa inciso, azionato in modo positivo, aziona anche il suo rullo di imbutitura, e quest'ultimo trasporta la pasta da stampa dalla sua scatola dei colori al rullo di stampa inciso. Una lama d'acciaio affilata chiamata racla per pulizia rimuove la pasta in eccesso dal rullo di stampa e un'altra lama chiamata racla per lanugine raschia via la lanugine o lo sporco catturato dal rullo di stampa. Il tessuto da stampare viene alimentato tra i rulli di stampa e il cilindro di pressione, insieme a un telo di supporto grigio per evitare che la superficie del cilindro si macchi se la pasta colorante penetra nel tessuto.


    La stampa a rulli può offrire una produttività molto elevata ma la preparazione dei rulli di stampa incisi è costosa, il che, in pratica, la rende adatta solo a lunghe tirature. Inoltre, il diametro del rullo di stampa limita la dimensione del disegno.



2. Serigrafia


    La serigrafia, invece, è adatta per piccoli ordini, ed è particolarmente indicata per la stampa di tessuti elastici. Nella serigrafia, gli schermi di stampa a rete tessuta devono essere prima preparati in base ai disegni da stampare, uno per ogni colore. Sullo schermo, le aree in cui nessuna pasta colorante dovrebbe penetrare sono rivestite con una pellicola insolubile lasciando gli interstizi dello schermo rimanenti aperti per consentire alla pasta di stampa di penetrare attraverso di essi. La stampa viene eseguita forzando la pasta di stampa appropriata attraverso il motivo a rete sul tessuto sottostante. Lo schermo è preparato da  ricoprendo prima lo schermo con fotogelatina e sovrapponendovi un'immagine negativa del disegno e poi esponendolo alla luce che fissa e ricopre lo schermo con una pellicola insolubile. Il rivestimento viene lavato via da quelle aree in cui il rivestimento non è stato indurito, lasciando aperti gli interstizi nello schermo. La serigrafia tradizionale è la stampa a schermo piatto, ma anche la stampa serigrafica rotativa è molto popolare per una maggiore produttività.


3. Stampa a getto d'inchiostro


   Si può vedere che sia per la stampa a rullo che per la serigrafia la preparazione richiede tempo e denaro anche se i sistemi CAD (Computer Aided Design) sono stati ampiamente utilizzati in molte tipografie per assistere nella preparazione del progetto. I disegni da stampare devono essere analizzati per decidere quali colori potrebbero essere coinvolti, quindi i modelli negativi vengono preparati per ciascun colore e trasferiti ai rulli di stampa o ai retini. Durante la stampa serigrafica nella produzione di massa, rotativa o piana, gli schermi devono essere sostituiti e puliti frequentemente, il che richiede anche tempo e manodopera.


   Al fine di soddisfare l'odierna domanda del mercato di una risposta rapida e di piccoli lotti, la tecnologia di stampa a getto d'inchiostro sta diventando sempre più utilizzata. 


   La stampa a getto d'inchiostro sui tessuti utilizza una tecnologia simile a quella utilizzata nella stampa su carta. Le informazioni digitali del disegno creato utilizzando un sistema CAD possono essere inviate alla stampante a getto d'inchiostro (o più comunemente indicata come stampante digitale a getto d'inchiostro, e i tessuti stampati con essa possono essere chiamati tessuti digitali) direttamente e stampati sui tessuti. Rispetto alle tradizionali tecnologie di stampa, il processo è semplice e richiede meno tempo e competenze in quanto il processo è automatico. Inoltre, sarà causato meno inquinamento. 


    In generale, ci sono due principi di base per la stampa a getto d'inchiostro per tessuti. Uno è il Continuous Ink Jetting (CIJ) e l'altro è chiamato "Drop on Demand" (DOD). Nel primo caso, una pressione molto elevata (circa 300 kPa) accumulata attraverso la pompa di alimentazione dell'inchiostro spinge continuamente l'inchiostro all'ugello, il cui diametro è generalmente compreso tra 10 e 100 micrometri. Sotto la vibrazione ad alta frequenza causata da un vibratore peizoelettrico, l'inchiostro viene quindi suddiviso in un flusso di goccioline ed espulso dall'ugello a velocità molto elevata. Secondo i progetti, un computer invierà segnali all'elettrodo di carica che carica elettricamente le goccioline di inchiostro selezionate. Quando passano attraverso gli elettrodi di deflessione, le goccioline scariche andranno direttamente in una grondaia di raccolta mentre le goccioline di inchiostro cariche verranno deviate sul tessuto per formare una parte del motivo stampato.


   Nella tecnica "drop on demand", le gocce di inchiostro vengono fornite quando necessario. Questo può essere fatto attraverso un metodo di trasferimento elettromeccanico. A seconda dei modelli da stampare, un computer invia segnali pulsati al dispositivo piezoelettrico che a sua volta si deforma e produce pressione sulla camera dell'inchiostro attraverso un materiale intermedio flessibile. La pressione fa sì che le goccioline di inchiostro vengano espulse dall'ugello. Un altro modo comunemente usato nella tecnica DOD è attraverso il metodo termico elettrico. In risposta ai segnali del computer, il riscaldatore genera bolle nella camera dell'inchiostro e la forza espansiva delle bolle fa sì che le goccioline di inchiostro vengano espulse. 


   La tecnica DOD è più economica ma anche la velocità di stampa è inferiore a quella della tecnica CIJ. Poiché le goccioline di inchiostro vengono espulse continuamente, con la tecnica CIJ non si verificheranno problemi di intasamento degli ugelli. 


   Le stampanti a getto d'inchiostro utilizzano solitamente una combinazione di quattro colori, ovvero ciano, magenta, giallo e nero (CMYK),  per stampare disegni con vari colori, quindi è necessario assemblare quattro testine di stampa, una per ogni colore. Tuttavia, alcune stampanti sono dotate di testine di stampa 2*8 in modo che teoricamente possano essere stampati fino a 16 colori di inchiostro. La risoluzione di stampa delle stampanti a getto d'inchiostro può raggiungere 720*720 dpi. I tessuti che possono essere stampati con le stampanti a getto d'inchiostro spaziano da fibre naturali, come cotone, seta e lana, a fibre sintetiche, come poliestere e poliammide, quindi ci sono molti tipi di inchiostri necessari per soddisfare la domanda. Questi includono inchiostri reattivi, inchiostri acidi, inchiostri dispersi e persino inchiostri pigmentati.


    Oltre alla stampa di tessuti, le stampanti a getto d'inchiostro possono essere utilizzate anche per stampare magliette, felpe, polo, abbigliamento per bambini, grembiuli e asciugamani.














































   

Invia la tua richiesta